associazione
vela disabili progetti
vela disabili Emozioni!
Eos Cup
5 x mille
calendario
forum
news
photogallery
vela per disabili sul lago di garda videogallery
links
contatti
mailing list
Dimond Events - CvG
Sito accessibile
seguici su :
seguici su Facebook
seguici su YouTube
grazie a :
Gli equipaggi di Eos vestono Gitex
Emozioni è distribuito da:
UpSail
Statistiche di accesso

Principali finalità statutarie dell’associazione


L’associazione EOS – Michele Dusi – onlus nasce in collaborazione con l’unità spinale e dei gravi cerebrolesi dell’ospedale di Negrar (VR) con un progetto di riabilitazione che prevede la navigazione a vela condotta dagli stessi pazienti in fase post-traumatica. Lo stato di benessere e allo stesso tempo di responsabilizzazione suscitato in questi ultimi, unito allo spirito di coesione dell’equipaggio, l’ambiente salubre e l’attività fisica, ha ben presto dimostrato la validità del progetto di riabilitazione psico-fisica.
Con il tempo, molti dei disabili che si sono avvicinati a questo sport tramite il progetto riabilitativo, hanno dato vita ad un gruppo parallelo che vive la vela come principale attività sportiva, fino ad impegnarsi in costanti allenamenti e a cimentarsi in regate competendo con equipaggi di normodotati.
Ora l’associazione è l’unica sul territorio che consente ai diversamente abili di ogni provenienza, di imparare ed approfondire questa fantastica disciplina e, soprattutto, di farlo in modo del tutto gratuito.

 

EOS - Michele Dusi - ONLUS 2006
Cos'è EOS ? La parola è greca, indica la stella del mattino. Venere ... Lucifero (portatore di luce) ....  ha mille nomi la stella del mattino. Eos è il nome della prima barca che abbiamo usato, si sa che i velisti danno nomi particolari e significativi alle loro barche. Kismet : parola araba che significa "destino", Eos : la stella del mattino, Stefral : STEfano FRAncesca ALessandra, i nome dei figli dell'armatore, Confusione : un metodo di "gestione" della barca molto diffuso. Insomma, i velisti sono tipi strani e creativi, e noi lo siamo ancora di più perché alla vela abbiamo voluto mescolare la disabilità.
Il nostro fondatore, Michele, era disabile (paraplegico) da molti anni e velista da sempre. Per lui è stato normale tornare sulla barca dopo il trauma, per me invece, paraplegico dal 1986 ma da sempre montanaro, sperimentare la barca è stata una cosa del tutto nuova ed inaspettata. In più abbiamo voluto affrontare da disabili la vela "normale". Quindi barche di serie, modificate il minimo indispensabile per la sicurezza, competizioni agonistiche, crociere, uscite sportive e di relax, il tutto con spirito di avventura ed adattamento. Noi disabili ci mettiamo alla prova per cercare di scoprire il nostro limite e per spostarlo un pò più in la. Questi anni sono serviti ad ognuno di noi proprio per questo, senza preconcetti e con la mente libera ognuno di noi sa quello che può affrontare ed è in grado di pianificare le sue attività veliche. E non sto parlando solo dei disabili ..... Da poco inoltre le attività del gruppo si sono ulteriormente espanse, dalla superficie dell'acqua ci siamo alzati verso il cielo.
Con un gruppo di appassionati di volo leggero ed alianti i disabili ed i simpatizzanti hanno provato la gioia di vedere dall'alto il lago sul quale hanno veleggiato così a lungo. E' stata per molti una emozione bellissima, ed anche stavolta si è ripetuto un meraviglio scambio di energie tra disabili e volontari. I disabili hanno provato la gioia del volo e la felicità era stampata sulle loro facce, ma anche gli istruttori di volo, di riflesso, hanno provato grandi emozioni e grande gioia nel condividere questa loro passione. Adesso i progetti sono molti, i sogni poi ancora di più .... fino ad oggi molti li abbiamo realizzati.

Il presidente

EOS - La vela per tutti -